logo flashmac

Sembra ieri che mi laureavo, salutando per sempre la mia affezionata Università di Salerno, ma in realtà sono passati ormai quasi tre anni. Avendo iniziato a lavorare, le mie esigenze tecnologiche sono cambiate e il mio fedelissimo Macbook Pro 15″ (Mid 2014) ormai è rimasto sulla scrivania ad impolverarsi per gran parte del tempo, soppiantato dal portatile aziendale (sempre un Macbook Pro, ma più recente) sul quale passo gran parte delle mie giornate.

Dunque qualche settimana fa, per evitare che continuasse inutilmente a perdere valore, ho deciso che avrei provato a venderlo qualora avessi ricevuto una somma adeguata.
Solitamente quando ho venduto qualcosa, ho sempre provato a farlo tramite Subito.it, ma adesso, non avendo voglia di stare dietro alle innumerevoli telefonate e proposte perditempo che solitamente arrivano prima di trovare l’acquirente finale, ho deciso di provare ad affidarmi ad alcuni siti che effettuano valutazioni e acquistano prodotti Apple usati.
Ho ricevuto diverse valutazioni, alcune ridicole altre più oneste, fino alla proposta di FlashMac.com che mi è sembrata la più adeguata. Sinceramente non conoscevo questa società, ma leggendo un discreto numero di recensioni positive in rete, ho deciso di affidarmi a loro accettando la valutazione che mi era stata fatta. Mi hanno subito inviato un modulo da restituire compilato e firmato, e dopo un paio di giorni il corriere SDA era a casa a ritirare il pacco. Appena arrivato alla loro sede, il Macbook è stato accuratamente testato per verificare che non ci fossero difetti hardware. Dopo esattamente una settimana ho ricevuto tramite bonifico bancario (in alternativa era possibile scegliere anche Paypal) il pagamento della somma pattuita, nonostante la mia dimenticanza di un accessorio per la quale mi sono scusato.

In conclusione, sono rimasto molto soddisfatto di come hanno gestito la compravendita e mi sento di consigliarli per la loro serietà a tutti coloro che non hanno tempo da perdere e vorrebbero provare a vendere il proprio mac!

piface

In questo articolo vedremo come realizzare delle applicazioni più avanzate per il nostro PiFace Digital. In particolare vi mostrerò come creare un’applicazione multithread, ovvero come definire dei sottoprogrammi all’interno della nostra applicazione, che andranno a fare polling (si metteranno in ascolto) su diverse porte di input, eseguendo task differenti. Vedremo inoltre come condividere una variabile tra i thread in esecuzione e come gestire la pressione prolungata di un tasto.Continua a leggere

piface

Un saluto a tutti i lettori.

Alcune settimane fa ho avuto tra le mani un Raspberry Pi con modulo PiFace Digital 2, una scheda aggiuntiva collegata tramite interfaccia GPIO che consente al Raspberry di comunicare con relè, interruttori, input e output digitali. Il modulo PiFace Digital è facilmente programmabile in Python e consente ad esempio di collegare sensori, motori e luci che potranno essere controllati direttamente dal Raspberry. Dunque, se volete cimentarvi nel mondo IoT (Internet of Things), questo modulo è davvero interessante.Continua a leggere

SpotifyPremium

[AGGIORNAMENTO 14 Gennaio 2017] Sembra che non sia più possibile attuare questa procedura in quanto adesso è richiesto obbligatoriamente che venga associata una carta di credito di nazionalità polacca all’account PayPal creato. Dunque, a meno che non abbiate a disposizione una carta di credito polacca, non è più possibile continuare con la fase di pagamento. I gruppi già creati e associati ad un account PayPal continuano tuttavia a funzionare.

 

Se siete amanti della musica, e almeno una volta avete avuto modo di provare il servizio Spotify, probabilmente conoscerete anche il costo mensile per un abbonamento premium.

Come in molti già saprete, Spotify è disponibile in quasi tutto il mondo; forse non tutti sanno però che il costo dell’abbonamento non è uguale in tutti paesi, e che in alcuni il prezzo è molto più basso.

Se siete degli smanettoni, con un po’ di pazienza questa guida vi spiegherà come pagare circa il 50% in menoContinua a leggere